©AFP/Fabrice Coffrini

La bambina e la barchetta

| Nicoletta Masetto Redattrice

Sullo specchio verderame una barchetta. Protesa, verso l’acqua, una mano altrettanto piccola. È quella di una bambina.

Possiamo porci tutte le domande che vogliamo: l’opera realizzata dall’artista Saype non lascia spazio a interpretazioni.

Il gigantesco affresco, dipinto con colori bio su un fazzoletto di terra di cinquemila metri quadrati, si trova a Ginevra. È stato realizzato, pochi giorni fa, con uno scopo preciso: sostenere l’azione di SOS Méditerranée, organizzazione non governativa che si occupa di salvataggio dei migranti in mare.

Quella bambina apre la mano, accoglie quella minuscola barca di carta proprio come un porto sicuro. Lo fa d’istinto, con la naturalezza di un gesto semplice che il nostro cuore, e non solo, sembra aver respinto da tempo dal suo alfabeto quotidiano.

Data di aggiornamento: 07 Ottobre 2018